Le nausee – primo trimestre di gravidanza

Le nausee – primo trimestre di gravidanza

Sì, ricordare questo momento ora mi fa sorridere ma…solo ora! Garantisco che al tempo ho fatto e pensato tutto ma di sorrisi neanche l’ombra. Ho vissuto, a partire dall’inizio del secondo mese di gravidanza, un periodo di nausea intensa e costante. Visto che questo è il mio blog e mi sono imposta di essere sincera, devo ammettere che ogni tanto mi sono detta “ma chi me l’ha fatto fare!?” 

A distanza di oltre due anni ricordo perfettamente la mia prima nausea. Era ottobre 2017 e mi trovavo a Milano, eravamo andati a trovare i miei suoceri. Il giorno prima di ripartire per la Puglia, dove attualmente viviamo, decidemmo di ordinare del cibo cinese e giapponese con consegna a domicilio. Per me c’era la tempura di gamberi. Poco dopo aver cenato iniziai ad avere un fastidio allo stomaco, una leggera nausea che, sebbene sapessi di essere incinta, collegavo esclusivamente ai gamberi. Il giorno dopo, sull’aereo, la nausea si ripresentò. Niente vomito, solo nausea. Una volta arrivata a casa iniziai a vomitare e da allora l’ho fatto per ben due mesi di fila. Vomitavo minimo un paio di volte al giorno, ma spesso dalle quattro alle sette volte. 

Inutile dire che ero distrutta. Non avevo appetito e infatti dimagrivo piuttosto che  prendere peso. In due mesi persi 5 kg. Questa situazione ovviamente mi preoccupava, considerato il mio stato, ma il ginecologo mi tranquillizzava dicendomi che gli ormoni della gravidanza stavano facendo il loro corso e che non mi dovevo preoccupare. Dai controlli che facevo la mia bimba cresceva regolarmente e questo mi faceva mettere il cuore in pace. 

Ricordo vividamente che il mio olfatto in quel periodo  della gravidanza era cambiato, anzi trasformato. Avvertivo persino l’odore dell’acqua mentre la bevevo, mi lavavo i denti o durante la doccia. Quando qualcuno si sedeva accanto a me potevo percepire gli odori del detersivo ed ammorbidente e questo era il massimo…del disgusto. Non sto qui a dare ulteriori dettagli, dal momento che ormai è passato…tutto passa e rimane solo la gioia e felicità!

Per quanto riguarda le soluzioni che ho adottato al tempo in cui ho sofferto delle nausee e vomito, purtroppo non mi sento in grado di aiutare nessuno dando delle soluzioni perché non ne ho trovate. Disperata com’ero non è che non le avessi cercate, anzi, ma non c’è stato nulla che mi abbia dato un reale sollievo. Posso invece dire che, per me, l’unica vera soluzione è stata quella di trascorrere quei giorni consapevole che la mia bimba stesse bene e che il tempo avrebbe fatto il suo corso. Ho quindi convissuto con questo sintomo ed anche se, ancora oggi al solo ricordo rabbrividisco, penso sia stato cosa da poco considerata la gioia che provavo ad avere dentro di me la meraviglia che è mia figlia oggi.  

Lascia un commento