Il regalo più azzeccato

Il regalo più azzeccato

Quando tuo figlio inizia a mostrare interesse verso il mondo che gli sta attorno (dopo aver fatto un lavoro immane per capire che è venuto al mondo, chi sono le persone che gli stanno attorno, si abitua a trarre nutrimento in modo diverso da quando era in pancia e tanto altro), regalagli il suo primo libro. Lui te ne sarà grato e tu non te ne pentirai. 

Il primo “gioco” di Michelle è stato un libro e l’ha ricevuto quando aveva solo un mese di vita. Un libretto di stoffa sugli animali, semplice e morbido. È stato amore a prima vista. 

All’inizio ci faceva ben poco ma, dopo circa un mese, quando la mettevo nella sdraietta e le appoggiavo il suo libro sulle gambe, lei cercava di prenderlo con quelle manine che sino ad allora avevano cercato solo me. 

Successivamente era suo interesse sapere i nomi degli animali contenuti nel libro. Indicava con il dito l’animale e voleva che venisse detto il nome. Non lo ripeteva ma vedevo che stava imparando i suoni e li stava memorizzando. Era molto concentrata quando “ci interrogava”. Ha giocato con questo libro per mesi e mesi senza stancarsi.  

Tra tutti gli altri libri che le abbiamo preso e che ha ricevuto, i migliori sono stati dei libretti cartonati dell’alfabeto. Un libro per ogni lettera. Da quando li ha avuti, e dopo che ci ha interrogati per giorni e giorni, ha iniziato a dire le prime parole e le diceva già bene. Praticamente parlava. Ora ha 22 mesi e parla molto bene. Ogni suo pensiero lo esprime con le parole pronunciate bene e non più con suoni o gesti. 

Continua ad amare i libri ed impara tantissimo da ognuno di quelli che ha. Quando vuole giocare preferisce di gran lunga farlo con dei libri ed io l’assecondo. Ovviamente ha tantissimi altri giochi ma le preferenze sono preferenze. Un po’ come per ognuno di noi.

I libri si possono trovare ovviamente in qualsiasi libreria fisica o online, Amazon e Ebay. Io consiglio di cercarli anche nei mercatini dell’usato. A Michelle piacciono tanto ma, essendo comunque ancora piccola, tende a scriverli o stracciarli e, siccome mi piace l’idea di farle fare ciò che vuole con i suoi giochi, ne ho trovati diversi in questi mercatini (in buone condizioni). Lei si diverte e allo stesso tempo non c’è spreco.  

Comprare un libro è l’idea perfetta per tuo figlio o se ti dovesse capitare di dover fare un regalo.

Un altro strumento che ci è stato molto utile per aiutarla ad ampliare il suo vocabolario sono stati i giochi HEADU e su questo farò un post a parte perché sono fantastici e ce ne sono per tutte le età.

Scrivimi nei commenti se hai qualsiasi libro da consigliarmi dato che sono alla costante ricerca di strumenti che possano stimolare l’intelligenza della mia bimba.    

Lascia un commento